Cuocere a “bagnomaria”

Dal budino alla crema, dalla cheesecake al pan di Spagna fino alla marmellata. La cottura a bagnomaria è prevista in molte preparazioni dolci oppure per cucinare carne e pesce in modo leggero. Ma eseguirla correttamente non è semplice.

Ecco qualche consiglio:

1. In mancanza dell’apposito pentolino, scegliere una pentola abbastanza grande per contenere quella in cui si mette il cibo. In caso si cuocia nel forno meglio usare due teglie, di cui una più grande e una più piccola: ai bordi deve esserci abbastanza spazio per contenere l’acqua;

2. Aggiungere acqua nella pentola più grande, ma non più dei due terzi della sua capacità: altrimenti rischia di finire nella pentola più piccola e di rovinanre la cottura;

3. Se si cuoce in forno si può mettere attorno alla pentola più piccola un foglio di carta stagnola e stropicciare i bordi: così siamo più sicuri che l’acqua non entri a contatto con il cibo;

4. Controllare la cottura e, se si usa il fornello, continuare a mescolare: così si evita che la preparazione attacchi;

5. Se l’acqua finisce aggiungerne altra. E se il bollore è elevato metterla fredda.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...