Il pranzo in ufficio? E’ nel barattolo!

Un’idea alternativa per servire qualunque pietanza, dall’antipasto al dessert, è il barattolo di vetro. Ebbene sì, proprio quello che usavano le nostre nonne per preparare, ad esempio, le verdure sott’olio. L’idea è di Barbara Torresan, che nel libro “Food jar” (Gribaudo) propone alcune ricette facile e dà indicazioni preziose.

Ecco qualche consiglio interessante:

  1. Preferire un barattolo da un litro per le insalate, da 500-750 per i piatti unici (cereali, carne, pesce).
  2. Mettere prima gli ingredienti più pesanti (verdure dure, cereali, ecc.) sopra quelli più morbidi: così non si mischieranno tra loro.
  3. Tagliare a dadini gli ingredienti morbidi: così non si squagliano.
  4. Una volta inseriti tutti gli ingredienti, mettere un foglio di carta da forno con sopra il condimento (es. olio, sale e aceto) e quindi chiudere il coperchio in modo che i bordi del foglio rimangano fuori: così quando si riaprirà il contenitore si può usare il foglio per condire l’insalata sottostante.
  5. Se si vuole preparare un’insalata di pasta, scolarla un po’ prima (la stessa cosa vale per carne e pesce cotti se si mettono caldi nel barattolo): nel contenitore chiuso inevitabilmente la cottura continuerà .
  6. Sbizzarrirsi con la fantasia: nei barattoli si possono mettere ingredienti dolci e salati, dal pranzo, insomma, fino alla merenda.

®RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...