Ogni miele al suo posto!

Da piccola lo mangiavo sempre in quantità, soprattutto a merenda: ho tantissime foto che mi ritraggono sul mio triciclo, mentre sventolo un cucchiaino vuoto pronto per essere riempito di nuovo.

Dorato, zuccherino e adatto a tanti piatti diversi. Il miele è un ingrediente versatile in cucina e in Italia il Ministero dell’Agricoltura ne ha contate ben 51 varietà, molte di più di quelle presenti negli altri Paesi.

Ma ogni tipologia ha le sue caratteristiche e si adatta a piatti diversi. Ecco qualche consiglio:

  1. Acacia: colore chiaro, liquido e profumo tenue. Ideale formaggi erboranti, gorgonzola, pecorino, provolone.
  2. Eucalipto: bruno e mediamente aromatico, arricchisce salse e vinaigrette ed è ottimo con formaggi saporiti, tipo grana.
  3. Tarassaco: giallo con sentori erbacei, adatto soprattutto ai formaggi ovini.
  4. Agrumi: cristallizzato e con una nota acidula. Si può usare per accompagnare il pesce oppure per dolcificare tè e yogurt.
  5. Castagno: bruno e dal sapore amarognolo, va bene con carni e arrosti.
  6. Tiglio: ambrato e aromatico, è perfetto con infusi caldi e frutta cotta.
  7. Melata: deriva da una linfa zuccherina, è scura e poco dolce. Da servire con i dessert o la ricotta fresca.
  8. Erica: ha un sapore acido. Si sposa perfettamente con i formaggi caprini.
  9. Rododendro: dolce e persistente. Si abbina bene con Bra e Robiola.
  10. Millefiori: è un ottimo dolcificante, ma è buonissimo anche con la carne alla brace.

®RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...