Filetto al sangue

Da quando ero piccola, mi è sempre piaciuto il filetto al sangue. E la prima volta che sono andata a Parigi, divertivo a ordinarlo nelle brasserie pittoresche che costeggiano gli eleganti boulevard cittadini.

Preparare il filetto in questo modo è piuttosto difficile: talvolta la carne rimane  troppo cruda sia dentro che fuori, qualche altra si brucia la parte esteriore.

I grandi chef non lo cuociono solo nella pentola con l’olio, lo passano anche nel forno.

Ecco qualche consiglio in più:

  1. Mettere poco olio nella padella: così si eviterà che l’esterno si bruci.
  2. Non usare una padella troppo grande: il calore si disperde e ci vuole più tempo per cuocere la carne.
  3. Scottare il filetto nella padella circa 4 minuti.
  4. Completare la cottura in una cocotte in terra cotta, dopo la padella: favorisce la cottura esterna senza bruciare e permette di fare più in fretta rispetto al forno. Oppure in una padella di ghisa: cuoce in modo uniforme e poi si può mettere nel forno per terminare la cottura.

®RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...