Pesto senza segreti

Per accompagnare la pasta oppure per condire un’insalata, il pesto genovese è sempre un’ottima alternativa. Alcuni amici liguri mi hanno dato qualche dritta per prepararlo.

  1. La cosa migliore è coltivare il basilico in casa. Se si vuole provare è bene potare la pianta durante la stagione della crescita: diventa più folta e non si formano semi (riducono l’intensità del sapore delle foglie).
  2. Ungere bene le foglie prima di tritarle: l’olio trattiene sapore e umidità e fa sì che le foglie non diventino scure.
  3. Meglio usare il mortaio che il tritatutto e muovere il pestello ruotando per mantenere a pieno il sapore delle foglie: così l’olio essenziale non si disperde.
  4. Per congelare il basilico immergere le foglie in acqua con cubetti di ghiaccio: il sapore rimarrà intatto. Metterlo eventualmente in un cartone del latte pulito e poi riporlo in una busta a chiusura ermetica: si conserverà più a lungo.

®RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...