Soufflé per tutti i gusti

E’ soffice, vellutato e vaporoso. Il soufflé è un piatto che si presta a numerose variazioni e può essere servito come piatto unico oppure in versione “mignon” per arricchire una cena veloce.

Per prepararlo però bisogna fare molta attenzione.

  1. Per non far smontare il soufflé, gli albumi non vanno montati a neve troppo ferma. Il composto deve risultare un po’ cremoso. Così, nel passaggio tra il caldo del forno e la temperatura ambiente, resterà più sodo.
  2. Prima di introdurre il soufflé, togliere dal forno la placca e lasciare solo la griglia a un terzo di altezza: appoggiare lo stampo con il soufflé da cuocere al centro.
  3. Regolare il termostato su una temperatura di 10° più alta di quella richiesta dalla ricetta, così quando si apre il forno per introdurre il soufflé il calore non si abbassa troppo. Se la temperatura è troppo bassa, il composto si gonfia ma non si rapprende e, quando supera i bordi dello stampo, trabocca. Al contrario, se il forno è troppo caldo, si forma una crosticina che impedisce al soufflé di gonfiarsi.
  4. Non aprire lo sportello prima della fine cottura: l’aria più fresca potrebbe interrompere la “crescita” del dolce.

®RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...