Cocktail analcolici e no

cocktail-518712_1280

Colorati, decorati, allegri. I cocktail mi sono sempre piaciuti. Li preferisco analcolici, ma è solo un gusto personale. Per prepararli ci sono tecniche particolari, che si possono usare anche a casa. E l’effetto è assicurato!

  1. Miscelati: quando si usa il ghiaccio. Basta mettere in un bicchiere ghiaccio tritato e altri ingredienti (succhi di frutta, superalcolici). In questo caso per mescolare usare il mixing spoon, il cucchiaio dal manico lungo.
  2. Shakerati: se si vuole creare una miscela più decisa e si aggiunge qualche ingrediente in polvere, come cacao, vaniglia e altre spezie, oppure il latte. Scuotere gli ingredienti nello shaker in modo deciso e poi usare lo stainer (o colino) per versarlo nel bicchiere trattenendo il ghiaccio.
  3. Frullati: quando si aggiunge frutta o verdura. Gli ingredienti vanno messi nel blender (frullatore) prima a bassa velocità, poi ad alta e poi ancora a bassa per avere un effetto “spumoso”.
  4. Guarnire con: cannuccia, ombrellino, fettina di limone, arancia o mela, zucchero a velo sul bicchere freddo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...