Polpette vegetariane

chicken-1018988_1280

Chi non ama la carne, non può rinunciare al piacere delle polpette: facili da preparare, nutrienti e soprattutto simpatiche da vedere. Anzi. Quelle vegetali danno anche molto colore alla tavola.

Ecco qualche consiglio per prepararle:

  1. Scegliere gli ingredienti: per dare consistenza usare cereali (orzo, farro, riso, quinoa, cuscus, grano saraceno) oppure legumi schiacciati o patate. Mescolare con pangrattato o formaggio molto stagionato.  In alternativa usare la feta. Aggiungere verdure di stagione a piacere.
  2. Insaporire: usare le spezie. Zafferano, curcuma e peperoncino sono adatti soprattutto ai legumi. Zenzero, curry e menta se si usano verdure e patate o verdure e cereali, perché hanno un sapore più forte.
  3. Cucinare: infarinare sempre per evitare che attacchino alla padella. Usare una padella, spargere la farina e rotolarle. Poi disporle su un vassoio foderato con carta da forno e cuocere a 180° oppure in un’altra padella con olio su fuoco basso. La cottura deve essere di circa 20 minuti in forno. Di circa 15 in padella, muovendo ogni tanto per una cottura uniforme.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

Cucina a vapore

steam-1269716_1280

Mantiene tutte le proprietà nutrizionali dei cibi. È leggera e versatile. La cottura a vapore è veloce e naturale. Ma per avere piatti davvero buoni è bene seguire alcune regole:

  1. Non salare le verdure prima di cucinarle: perdono colore e croccantezza.
  2. Aggiungere curcuma e zenzero all’acqua di cottura: danno sapore e aiutano a mantenere il colore.
  3. Il livello dell’acqua deve essere sempre sotto il cibo senza mai bagnarlo.
  4. Se si usa la pentola e non la vaporiera aggiungere altra acqua quando necessario: la pentola disperde più acqua.
  5. Se si usano cestelli in bambù, mettere in basso i cibi che richiedono tempi di cottura più lunghi.
  6. Non sollevare il coperchio durante la cottura: disperde il calore.
  7. Non abbassare mai la fiamma: il calore deve essere costante.
  8. Sciacquare in acqua fredda le verdure se non si mangiano subito: così si blocca la cottura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Verdure ripiene

peppers-1300833_1280

In primavera e in estate sono un secondo goloso o un piatto unico alternativo. Le verdure ripiene sono versatili e adatte a tutti.

Ecco qualche consiglio per farle a regola d’arte:

  1. Non prepararne più di due o tre e preferire verdure grosse: la preparazione sarà più semplice e veloce. Per esempio melanzana, zucchina e pomodoro.
  2. Prenderle di forma e misure adatte: non troppo piccole, tondeggianti o lunghe in modo armonioso, senza ammaccature.
  3. Cuocerle al momento: se servite fredde cuocerle anche prima. Mai conservarle in frigo dopo averle farcite e cuocerle il giorno dopo: perderebbero consistenza.
  4. Giocare con le consistenze: se le verdure rimangono croccanti scegliere un ripieno morbido e viceversa.
  5. Al posto del sale condire con spezie e succo di agrumi fresco. Il sapore ne guadagnerà.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Tiramisù: variazioni sul tema

tiramisu-1033207_1280

È uno dei dolci più famosi e semplici da preparare. Ma se si hanno ospiti allergici o intolleranti, manca un ingrediente in dispensa, si vogliono tagliare le calorie o si vuole semplicemente creare qualcosa di originale, ci sono tante variazioni che lo rendono adatto a tutti e tutte le occasioni.

  1. Senza mascarpone: per renderlo più leggero si può mescolare latte condensato con robiola, ricotta o yogurt greco intero.
  2. Senza lattosio: per intolleranti o allergici, ma anche per vegani, si può sostituire il formaggio con latte di riso, fecola di patate, panna vegetale da mescolare insieme a una bustina di vanillina: consistenza e sapore saranno ugualmente buoni.
  3. Senza caffè: per i bambini meglio preparare la versione alla frutta. Sostituire il caffè con succo 100 per 100 naturale di ananas, frutti rossi o latte di cocco.
  4. Senza cacao: spolverare la superficie con frutta secca tritata (pistacchi, noci, nocciole, cardamomo, pinoli).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Spiedini sempre perfetti

È tempo di barbecue e di grigliate all’aperto. Ecco allora i segreti per spiedini a regola d’arte.

  1. Fare ammorbidire la carne o il pesce in una marinata di olio e spezie almeno 10 minuti.
  2. Mettere gli spiedini di legno a bagno in acqua così non si bruceranno durante la cottura.
  3. La piastra deve essere ben calda: così si formerà una crosticina che impedisce ai sughi di fuoriuscire e l’interno rimane morbido.
  4. Girare velocemente gli spiedini su tutti i lati anche più di una volta e toglierli dal fuoco appena sono dorati.

©RIPRODUZIONE RISERVATAgrill-878000_1280

Carciofi fritti a regola d’arte

artichoke-2237845_1280

In pinzimonio, nella pasta, in insalata o cotti come contorno. La primavera è la stagione dei carciofi.  Sono buoni anche nella frittata oppure fritti, al naturale o in pastella.

Ecco come prepararli:

  1. Prima vanno messi a bagno in acqua e limone: così non anneriscono.
  2. Prima di friggerli vanno sgocciolati con carta assorbente, schiacciandoli con delicatezza.
  3. Bagnare i carciofi con acqua o vino freddi prima di metterli nell’olio bollente: così le foglie risulteranno più croccanti.
  4. Friggere i carciofi con il gambo verso l’alto e servire subito: così la parte interna rimarrà morbida.

©RIPRODUZIONE RISERVATA