Torta? Così è più buona

cake-1914463_1280.jpg

Crosta croccante, pasta morbida, doratura in superficie. Sono tante le caratteristiche che una torta deve avere per essere davvero buona. Per ottenere il risultato desiderato è importante impostare il forno nel modo giusto.

Ecco come fare:

  1. Impasti lievitati e a sfoglia: l’ideale è il forno statico, il calore viene dal basso e i dolci hanno il tempo di crescere lentamente. L’impasto lievitato, infatti, completa la lievitazione proprio durante la cottura.
  2. Pasta frolla e brisée: meglio usare la funzione ventilata. Distribuisce meglio il calore su tutta la superficie del dolce. Dona doratura e croccantezza. Quando si usa questa funzione è meglio impostare la temperatura più bassa, di circa 10°, di quanto indicato dalla ricetta.
  3. Per tutti gli impasti: infornare quando il forno è già caldo. Il dolce deve cuocere per tutto il tempo alla stessa temperatura.
  4. Se la torta è alla frutta: mettere sul fondo amaretti o biscotti sbriciolati, assorbono l’acqua e fanno in modo che l’impasto non diventi molliccio.
  5. Fuori dal forno: tutte le torte devono raffreddare per almeno un’ora, coperte con un telo o una retina che fa circolare l’aria. Poi, per mantenerle fragranti, l’ideale è metterle in un porta torta o in un’alzatina con coperchio. Il frigorifero va bene solo se la torta contiene crema, altrimenti l’umidità rende l’impasto stopposo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci

4 risposte a "Torta? Così è più buona"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...