Che buone le chips!

Non solo patate. Le chips di verdura sono perfette per un aperitivo, un antipasto o un contorno. E soprattutto sono facili da preparare. Mi piace servirle calde o fredde accompagnate da tè, bevande analcoliche o un bicchiere di vino.

Ecco come fare:

  1. Di barbabietola: lavare e sbucciare 150 g. a persona di barbabietole. Affettarle molto sottili. Condire in una ciotola le fettine con sale, pepe, scorza di agrumi non trattati grattugiata, 2 cucchiai di olio. Metterle sulla placca da forno foderata con un foglio di carta da forno e cuocere per circa 30 minuti a 160°, girandole a metà cottura. Lasciare riposare per qualche minuto. Servire con salsine o panna acida.

  2. Di cavolo: lavare e asciugare un cavolo riccio o un cavolo nero. Tagliare a listarelle. Friggerle in abbondante olio bollente. Servire accompagnato da maionese o salsine a piacere.

  3. Di zucca: tagliare 150 g. di zucca mantovana a fettine di 2 millimetri, con un coltello o una mandolina. Accendere il forno a 180° Foderare una placca e meetere le fette. Spennellare con olio e rosmarino tritato. Infornare per 25/30 minuti. Girare a metà cottura. Spolverare con cannella, paprika o peperoncino. Servire accompagnate da yogurt greco.

  4. Di carote: lavare, mondare e sbucciare due carote grandi, tagliarle a strisce dello spessore di 2/3 millimetri. Condire con olio d’oliva, sale e pepe. Mettere su una teglia con carta da forno, Cuocere per 40/45 minuti in forno già caldo e girarle a metà cottura. In alternativa cuocerle in olio bollente in padella. Servire con senape, ketchup o paprika.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Cialde di alici

Chi l’avrebbe mai detto? Per preparare cialde da farcire, in alternativa alla solita pasta di pane si possono usare le alici (o sardine). Le ho scoperte a una cena al ristorante. E ho provato a rifarle a casa. È semplice e richiede poco tempo.

Ecco come fare:

  1. Ingredienti: 100 g. di alici, carta da forno, batticarne.
  2. Preparazione: pulire il pesce, spinarlo e sciacquarlo sotto l’acqua. Asciugare con carta assorbente. Mettere tra due strati di carta assorbente sotto il peso del batticarne per mezz’ora (intanto si possono preparare le farciture consigliate sotto). Trasferire in più ciotoline, foderate con carta forno, e mettere nel forno a 40° per 40 minuti.
  3. Presentazione: una volta pronte saranno seccate e avranno la forma concava della ciotola. A questo punto si possono riempire a piacere come si desidera. A me piace mettere all’interno verdura tagliata a julienne (pomodori, carote, cetrioli, sedano, peperoni), verdure grigliate (melanzane, zucchine, peperoni piccoli), pesce lessato (gamberi, calamari), salse (pesto, salsa rosa, senape) o cereali lessati (orzo, farro, avena). ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pane col bicarbonato

Nei paesi anglosassoni anche il pane comune e in Germania come alternativa alla soda caustica per preparare i bretzel (molto irritante anche se in forno perde la sua causticita’). Il bicarbonato permette una lievitazione veloce e dà un aspetto lucido alla superficie.
Ecco come fare:

  1. Il pane (ingredienti): farina manitoba 185g., farina integrale 185g., latte intero 390 g., sale fino 9 g., bicarbonato 6 g.
  2. Preparazione: lavorare con una spatola le farine, il sale e il bicarbonato in una ciotola e aggiungere il latte. Trasferire in una teglia rotonda con carta da forno. Fare una croce e cuocere in forno a 200° per 40 minuti.
  3. Bretzel: impastare la pasta di pane e lasciarla lievitare sotto forma di palla per un’ora, poi dividere i panini e farli lievitare in forno per 30  minuti.
  4. Preparare la soluzione: far bollire un litro di acqua, un cucchiaio di sale e aggiungere 30 g. di bicarbonato. Immergere il pane per 20 secondi.
  5. Cottura: cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per 15 minuti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pasta all’uovo: trucchi e consigli

 

Che si tratti di tagliatelle o lasagne, preparare in casa la pasta all’uovo è sempre divertente. L’unica condizione è avere tempo. È perciò vediamo qualche consiglio per farlo. Ma anche per cuocere quella già pronta.

Ecco cosa fare:

  1. Lavorare sulla spianatoia in legno: la rugosità permette di dare più consistenza all’impasto.
  2. Usare entrambe le mani: impastare per circa 10 minuti con entrambe le mani e facendo peso col corpo. L’impasto è pronto e ben amalgamato quando sulla superficie compaiono piccole bolle d’aria.
  3. Dopo aver lavorato la pasta: coprire il panetto a forma di palla con una pellicola trasparente, così non si asciuga. Altrimenti diventa difficile stendere la sfoglia e potrebbe rompersi.
  4. Cottura di tagliatelle fresche: cuocere per 3-4 minuti e aggiungere all’acqua di cottura un cucchiaino di olio. Così non si attacca.
  5. Cottura lasagne: oltre all’aggiunta di olio in cottura, scolarle una ad una e tuffarle in una ciotola di acqua e ghiaccio e stenderle su carta da forno per evitare che si attacchino in attesa di metterle sovrapposte nella pirofila.
  6. Cottura lasagne pronte: se non hanno bisogno di essere scottate in acqua bollente, diluire il condimento con acqua o latte prima di mettere in forno. Così rimarranno più morbide.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Cottura al cartoccio: così è più buona!

È una tecnica semplice che permette di preparare carne, pesce, pasta e verdure in modo sano e veloce. Perché le preparazioni rimangono morbide e succose. Ma per riuscire bene servono alcuni accorgimenti.

Ecco come fare:

1. Scegliere il sacchetto: se si cucina in forno l’ideale è la carta da forno, per la griglia è meglio l’alluminio perché permette di isolare meglio gli alimenti. Per chi vuole fare più in fretta c’è la carta fata che è in sacchetti già pronti. Il sottovuoto è un’alternativa che oggi permettono molti forni in commercio: sotto il forno c’è un cassetto che permette di cuocere a vapore mentre il forno è in funzione.

2. Gli alimenti: tenere presente che questa tecnica lascia gli alimenti molto umidi. In caso di verdura o formaggi acquosi (come la mozzarella) asciugarli bene prima di cuocerli. Gli alimenti che vanno cotti prima, come la pasta, vanno scolati in anticipo, perché in forno continuano la cottura. Se si usano filetti di carne o pesce il tempo di cottura è di 10-15 minuti a 200°, ma se i pesci sono interi si arriva fino a un’ora.

3. Come avvolgere: preferire sempre un doppio strato di carta. Così si evitano forature e uscite accidentali di liquido.

4. La chiusura: per sigillare bene cartocci grandi, spalmare i bordi con una colla fatta di farina e acqua mescolate bene. Poi arrotolare i bordi. Oppure usare stecchini lunghi. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

I biscotti “Thumprint”

In inglese significa letteralmente “impronta di pollice” e sono biscottini americani che piacciono molto ai bambini. Burrosi e colorati, grazie alla marmellata nel centro, mi piace servirli con il tè, a colazione o per una merenda golosa.

Ecco come si preparano:

1. Ingredienti: 220 g. di farina 00, ½ cucchiaio di lievito, un pizzico di sale, 170 g. di burro a temperatura ambiente. 50 g. di zucchero, 2 cucchiaini di vanillina, ½ cucchiaino di mandorle in polvere. 1 uovo grande.

2. Preparazione: mescolare insieme farina, lievito e sale in una ciotola. Quindi mettere in una planetaria burro, zucchero, vanillina, mandorle tritate e lavorare con gancio a spatola per 5 minuti, poi aggiungere l’uovo e lavorare a velocità media, finché l’impasto non liscio e omogeneo. Unire gli ingredienti della ciotola alla planetaria, e continuare a lavorare finché l’impasto non è compatto. Avvolgere la pasta in una pellicola trasparente e mettere in frigorifero per 30 minuti.

3. Cottura: preriscaldare il forno a 175° e rivstire due teglie con carta da forno. Prelevare un po’ di impasto in piccole palline della grandezza di una biglia. Disporle sulla teglia a distanza di 5 cm l’una dall’altra e cuocere per 12-14 minuti, finché non hanno un colore giallo-bruno. Appena sono cotte, usare l’estremità circolare del manico di un cucchiaio di legno per realizzare un incavo al centro di ogni biscotto ancora caldo e riempirlo di marmellata.

4. La marmellata: ne serve un vasetto da 180 g., abbastanza densa da non squagliarsi con il calore dei biscotti e senza semi (altrimenti basta passarla al setaccio), così i biscotti risultano più cremosi. Mirtillo. cramberry, ciliegia, albicocca creano effetti di colore molto carini. Per riempire i biscotti si può usare un cucchiaino o una sac à poche. Trasferire i biscotti su una gratella e lasciarli raffreddare a temperatura ambiente per 30 minuti per far indurire la marmellata. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Frittata: così è più leggera

kitchen-775746_1280

Girare la frittata non è mai semplice. E nemmeno renderla gradevole a chi digerisce a fatica le uova. Ma tra un corso di cucina e l’altro ho imparato qualche trucco che mi aiuta a prepararla quando ho ospiti.

Ecco cosa fare:

  1. Preparazione: sgusciare 4 uova separando i tuorli dagli albumi, sbattere due tuorli e due uova intere. Poi unire ingredienti solidi, come patate lesse a fettine, erbette, cipolle, fiori di zucchina, secondo il proprio gusto. Aggiungere formaggio molle come ricotta, crescenza e robiola: dà morbidezza alla preparazione e la rende più saporita. Montare a neve 4 albumi e un pizzico di sale. Unirli delicatamente al composto, con movimenti dal basso verso l’alto, con una spatola, così da non perdere aria.
  2. Cottura: versare in una teglia imburrata oppure ricoperta di carta da forno e cuocere a 200° per 20 minuti.
  3. Servire: mettere nei piatti e portare in tavola appena tolta dal forno. Non occorre girarla, come quando si prepara in padella, perché nel forno cuoce da entrambi i lati senza problemi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA