Verdura? No, pot-pourri balsamico

Nei miei tanti viaggi in Irlanda, ho sempre apprezzato il contorno di verdure bollite. Ma da buona italiana, non condivido la scelta di servirle scondite. Sarà questione i gusto, oppure perché da noi olio d’oliva, aceto di vino, spezie mediterranee sono piatti tipici alla stregua di pasta e risotto.

Ecco una ricetta all’aceto balsamico:
1. Ingredienti: 800 g. di verdure miste (carota, broccoletto, patata, sedano, zucchina, zucca, rapa, finocchi), un mazzetto di prezzemolo, foglie di basilico, 5 cucchiai di aceto balsamico, 4 di olio extravergine di oliva, sale, maggiorana, timo.
2. Preparazione: lavare, mondare e tagliare a dadini la verdura. Cuocere al vapore le verdure separatamente (hanno diversi tempi di cottura), lasciandole al dente. Far restringere l’aceto balsamico a fuoco vivace in un pentolino. Lasciarlo raffreddare. Tritare prezzemolo, basilico, maggiorana e timo. Preparare un’emulsione con l’aggiunta di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e aggiungere le spezie tritate.
3. Presentazione: mettere le verdure in una ciotola e condire con l’emulsione. Servire tiepido come antipasto o come contorno. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Giardiniera a sorpresa

vegetables-3774792_1280

È un classico estivo, colorato, fresco e di sicuro effetto. Si può usare per accompagnare il barbecue oppure sull’insalata di pasta. La giardiniera è fatta con verdure di stagione. Ma mi piace servirla in salsa agrodolce per darle un sapore esotico.

Ecco come fare:

  1. Le verdure: 400 g. di peperoni gialli e rossi, 300g. di cipolle rosse di Tropea, 200 g. di zucchine e 200 di carote, 150 g. di finocchi, 150g. di caroselli, 150 di daikon. 200 g. di sedano, un cucchiaino di pepe nero macinato.
  2. La salsa: 125 g. di acqua 125 di aceto di vino bianco, olio extravergine di oliva, 50 g. di zucchero e 20 g. di sale. Mettere acqua, sale e zucchero in un pentolino e cuocere a fuoco basso. Poi togliere dal fuoco e aggiungere olio e aceto.
  3. Preparazione: tagliare le verdure a julienne, mescolare alla salsa fredda e servire.
  4. La variante cotta: tagliare le verdure a pezzetti. Cuocerle in acqua bollente. In alternativa metterle in un sacchetto per il sottovuoto e cuocere in forno con la funzione vapore, oppure nell’apposito cestello per la cottura a vapore. Appena pronte, unirle alla salsa e servire. Se avanza, conservare in frigorifero.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Che buona la composta!

orange-1847865_1280.jpg

Mi piace mangiarla al mattino sulle fette biscottate. Oppure metterla sui biscotti, mentre sorseggio una tazza di tè davanti al camino. Ma la uso anche per accompagnare l’arrosto di carne o di pesce. La composta è a base di frutta, aiuta la digestione ed è più leggera di una salsa.

Ecco come si prepara:

  1. Portare a ebollizione mezzo litro d’acqua e aggiungere 250 g. di zucchero. Unire un frutto tagliato a dadini a scelta tra: mela, pera, arancia, caco mela, kiwi, ananas. Cuocere finché lo sciroppo non è quasi del tutto consumato.
  2. Togliere dal fuoco e aggiungere spezie macinate per aromatizzare. In genere preferisco mettere la cannella con la mela, senape e cumino con la pera, l’anice stellato con l’arancia, lo zafferano con il caco, i semi di finocchio con il kiwi e il ginepro con l’ananas. Mescolare e lasciare raffreddare.
  3. Tenere in frigorifero fino al momento di servire e gustare come piace di più. In genere preferisco abbinare agrumi e kiwi con il pesce. Mela, pera, ananas e caco con la carne. Dopo le feste è ottima anche abbinata al panettone o al pandoro avanzati, magari dopo averli scaldati nel forno per una decina di minuti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Bevande calde originali

tea-3673714_1280.jpg

Non solo caffè, tè e tisane. Quando le temperature scendono, mi diverto a mescolare ingredienti diversi per creare bevande calde rigeneranti e rilassanti.

Ecco qualche idea:

  1. Tè aromatizzato: 1 bustina di tè nero affumicato Lapsang Souchong, qualche goccia di succo di limone, un pezzetto di stecca di cannella, 2 bacche di anice stellato. Accompagnare con un biscottino di pasta frolla e servire.
  2. Cioccolata speziata: preparare la cioccolata con cacao amaro e latte. Poi aggiungere in alternativa, secondo il proprio gusto: mezzo baccello di vaniglia, mezza stecca di cannella, un pizzico di peperoncino tritato, foglioline di menta, un pizzico di zafferano, un pizzico di noce moscata. Decorare con un ciuffo di panna montata e servire.
  3. Succo di mela brulè: scaldare un bicchiere di succo di mela e aggiungere chiodi di garofano, un pezzetto di stecca di cannella, succo di limone, un cucchiaino di miele di montagna. Decorare con foglioline di menta fresca e servire.
  4. Karkadè caldo: mettere una bustina di Karkadè in acqua calda. Aggiungere qualche ago di rosmarino, menta e anice. Lasciare in infusione per qualche minuto, decorare la tazza con fiori eduli rosa e servire.
  5. Tisana agrumata: unire a una tisana digestiva a base di liquirizia o finocchio, succo di limone, un cucchiaino di miele agli agrumi e servire accompagnata da una fetta di arancia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Usi insoliti per il Finocchio

fennel-1311691_1280

È buono sia crudo nelle insalate, che cotto a vapore come contorno. E i suoi semi sono ideali per insaporire il pane, la carne, il pesce o le zuppe.

Il finocchio è come il maiale, non si butta via niente. Nemmeno la barba, molto saporita. Che può insaporire piatti insospettabili, in alternativa all’aneto.

Ecco come fare:

  1. Va usata per aromatizzare. Dalla pasta al pesce, dalla carne al formaggio fresco. Ma anche nella zuppa o per condire i fagioli al vapore.
  2. Spezzettarla con le mani, come si fa con l’aneto o altre spezie in rametti: mantiene più sapore.
  3. Unire a piacere olio extravergine di oliva o succo di limone.

©RIPRODUZIONE RISERVATA