Che idea la crema di mele!

 

 

L’ho assaggiata a casa di una mia amica che festeggiava il suo compleanno. E mi piaciuta tantissimo. La crema di mele può essere dolce o salata e si può abbinare come salsina a piatti molto diversi.

Ecco come si prepara:

  1. Ingredienti: (versione salata) 6 mele granny smith, capperi, olio extravergine, un pizzico di sale. (versione dolce) 6 mele rosse o gialle, scaglie di cioccolato o di cocco, latte.
  2. Preparazione: pelare le mele e tagliarle a spicchi eliminando il torsolo. Metterle in una casseruola, nella versione salata con capperi, olio extravergine e un pizzico di sale e aggiungere acqua fino a metà pentola. In quella dolce, mettere le mele nel latte fino a metà pentola. Coprire con un foglio di carta da forno la pentola durante la cottura a fuoco medio, così le mele non si ossidano troppo rapidamente. Lasciare andare per 20 minuti a fuoco vivo. Frullare fino a ottenere una crema liscia e vellutata.  
  3. Usi: (versione salata) si può usare per accompagnare filetti di pesce (spada, orata, branzino), per condire l’insalata, con il formaggio poco stagionato (asiago, fontina, primo sale), come salsa sul riso bollito, magari accompagnata da ribes o bacche di ginepro dal sapore acidulo. (versione dolce) sulle torte, sui biscotti secchi, sulle fette di panettone e pandoro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pasticcio dolce alla frutta

omelette-2206635_1280.jpg

Mele, cachi mela, castagne e pere. Sono i dolci tipici dell’autunno. Per prepararli in modo diverso e gustarli come dolce, mi diverto a reinventare in dolce tipico della tradizione altoatesina, la frittata dolce alla mele o Apfelschmarrn.

Ecco come fare:

  1. Ingredienti: ½ litro di latte, 300 g. di farina, 1 pizzico di sale, 3 uova, 2 mele Gala, oppure 1 caco mela grande, due etti di castagne oppure due pere Kaiser, cannella a piacere, zucchero a piacere, olio o burro.
  2. Procedimento: Impastare latte e farina fino a ottenere una pasta liscia. Aggiungere sale e uova, impastare delicatamente finché non diventa soffice. Sbucciare la frutta e tagliarla a pezzetti. Nel caso delle castagne lessarle in acqua e poi tagliarle. Unire cannella e zucchero e poi avvolgere nella pasta. Riscaldare in padella olio o burro. Versare l’impasto e cuocere da entrambe le parti. Sbriciolare la frittata con un cucchiaio di legno.
  3. Presentazione: accompagnare con ribes freschi, marmellata di mirtilli o pesca cotta. Panna montata oppure salsa al cioccolato o alla vaniglia. Se piace guarnire con qualche fettina di frutto (lo stesso usato per la preparazione) fresco.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Fantasie di…zuppa inglese

cake-197572_1280.jpg

Non solo gelato, la zuppa inglese è anche un dolce adatto al periodo estivo. Per prepararla basta poco. Per renderla unica si possono aggiungere alcuni ingredienti.

Ecco come fare:

  1. Ricetta base: montare in un tegame con la frusta a mano 150 g. di tuorli, aggiungere 150 g. di zucchero, 10 g. di amido di mais e 15 di amido di riso. Versare il latte (5 dl) in un pentolino con un po’ di scorza di limone non trattato. Cuocere sul fuoco finché la crema non è densa. (in alternativa vanno bene anche 150 g. di crema pasticcera pronta). Mettere 8 savoiardi sul fondo di una pirofila, aggiungere alchermes e sciroppo di amarene. Intervallare con uno strato di crema pasticcera. Sovrapporre altri savoiardi e imbevuti di alchermes e sciroppo di amarene. Guarnire con panna montata a piacere.
  2. Gli accessori giusti: la pirofila ideale per i dolci al cucchiaio è in vetro o al massimo in ceramica. Per montare la crema meglio usare una frusta in nylon perché non danneggia il fondo delle casseruole e dei tegami antiaderenti.
  3. Alla frutta: in alternativa allo sciroppo di amarene e all’alchermes si può aggiungere la frutta. Basta scegliere tra prugne, pesce, fragole, ciliegie (350 g.). Metterle a cuocere con zucchero e succo di mezzo limone, mescolare finché la frutta non è disfatta, lasciare restringere per 2-3 minuti, versare su un colino sopra una ciotola e lasciare raffreddare. Usare lo sciroppo per inzuppare i savoiardi, la frutta per guarnire.
  4. Ai fiori: scegliere fiori eduli di colore viola. Lavarli e lasciarli a bagno per 10 minuti con acqua e succo di mezzo limone. Inzuppare i savoiardi con succo di mirtillo, arancia rossa o ribes. Mescolare i fiori eduli con la crema pasticcera e intervallare ai savoiardi come nella ricetta tradizionale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Più frutta nel menù di Natale

zoodles-2293047_1280.jpg

Durante le feste la frutta, aggiunta ai piatti salati, può dare un tocco insolito alle ricette tradizionali e trasformale nel colore e nel sapore.

Ecco qualche idea per provare:

  1. Agrumi: hanno un potere sgrassante. Sono ottimi spremuti in sughi a base di carni o pesci grassi, nelle insalate e sulle tartine abbinati all’avocado.
  2. Mele: quelle verdi e le Fuji, dal gusto più aspro si abbinano alle verdure nelle insalate oppure alle carni grasse nei sughi e nei secondi. Quelle più dolci smorzano il gusto dei pesci affumicati, come salmone, tonno e aringhe.
  3. La melagrana: dà colore alle tartine a base di formaggio fresco. Nelle insalate dà sapore abbinata a maionese, formaggi freschi e salse a base di yogurt. Sulla pasta smorza il gusto dolce della panna.
  4. Cranberries, lamponi e ribes: danno sapore a insalate e contorni caldi a base di carote, zucchine e cavoli. Danno anche un tocco di colore al riso, bianco o con lo zafferano.
  5. Ananas, mango e papaya: sono l’ideale nelle insalate. Ma si possono anche usare appena scottati in padella su carne e pesce per avere un sapore esotico e un colore insolito.

©RIPRODUZIONE RISERVATA